data di pubblicazione: 23-08-2016

categoria: NEWS & EVENTI


PROGETTO PAKISTAN 2A PARTE



NELLA FOTO BARBARA E SARWAR PRESSO UN ISTITUTO DI CIECHI CON SULLO SFONDO IL SIMBOLO DEI LIONS CLUB INTERNATIONAL

Considerazioni dopo la trasferta di Barbara Menoni e Sarwar Ghulam (giocatori deiBlueFire Cus Brescia) in Pakistan dal 10 al 15 Agosto.

Barbara e Sarwar , dopo lo stage tecnico del gruppo Pakistano a Brescia, hanno voluto verificare sul posto la situazione del progetto baseball giocato da ciechi avviato in collaborazione con l ' Associazione Blind Baseball Pakistana.

Il baseball Pakistano normodotati è in prevalenza giocato a LAHORE (sede della Federazione e dei contatti di Sarwar e Barbara ) e gestito da:

-Khawar Shah uomo facoltoso, Presidente della Federazione ed in ottimi rapporti con il Presidente Fraccari

-Ali Shah figlio del Presidente della Federazione e che è stato in Italia con il gruppo a Brescia

-Musadaq Hanif braccio operativo di Khawar Shah, allenatore e segretario della Nazionale di baseball.

a LAHORE nel quartiere residenziale di Bahria Town esiste un bellissimo campo da CRICKET ed un  bel campo di BASEBALL. 

Esistono anche Istituti ciechi ma noi al momento stiamo operando solo nella città di MULTAN a 300 km da Lahore (NB vuol dire 6/8 ore di viaggio in auto) dove studiano i ragazzi  da noi addestrati a Brescia. Qui , a detta di Sarwar e Barbara dovremmo investire nella formazione di tecnici che potrebbero formare varie squadre.

 A Multan c'è bravissimo allenatore Mr.Rao che oltre ad allenare la squadra locale di baseball  è interessato al nostro progetto.

A KARACHI, risiede il giovane allenatore Sheraz che è stato a Brescia e che è anche il responsabile della squadra di Cricket ciechi locale.Pensiamo che con il nostro appoggio, potrebbe far partire squadre locali di BXC.

Mr Khawar Shah ha proposto a Barbara e Sarwar un torneo Internazionale da effettuarsi

nella zona di Lahore a fine Novembre/Dicembre  2016 con anche le squadre Francese e Tedesca.

Probabilmente un  Torneo Internazionale adesso sarebbe PREMATURO,  mentre ci sembrerebbe più opportuno inviare 2 tecnici italiani con l’appoggio di Ghulam in qualità di assistente /interprete, per approfondire il loco il lavoro tecnico iniziato ad Islamabad da Fabio Azzaro e proseguito poi a Brescia.

MULTAN -KARACHI -LAHORE  sarebbero quindi le basi di partenza del BXC in Pakistan.

L’entusiasmo da parte dei ragazzi pakistani e dai loro allenatori e responsabili ci fa ben sperare per il proseguimento della nostra avventura in oriente.

 

Lorenzo de Regny  

 

18 agosto 2016