data di pubblicazione: 01-03-2003

categoria: NEWS & EVENTI


REX NULLIUS, REX DERELICTAE



Assemblea Soci del Primo Marzo duemilatre. Dall'intervento del Presidente:

[...] "Rivado con un poco di azzardo alle mie nozioni di Diritto. Le cose, i beni che non hanno proprietario si dividono in Rex nullius e in Rex derelictae. Le prime sono cose di nessuno e quindi di tutti: l'aria, le montagne, i fiumi, la selvaggina. Le seconde sono cose abbandonate da un proprietario che non ha più intenzione di interessarsene e su cui quindi non accampa più alcun diritto; sono quindi di chi le prende. Ed è su queste che si concentra la nostra attenzione. Perché proprio con il diritto di chi appropria legalmente di una rex derelictae noi ora legalmente possiamo fare quel che faremo."

"Quaranta, trenta anni fa esisteva nel  Baseball italiano un Premio, anzi, una serie di premi che venivano dati ogni anno ai giocatori ritenuti migliori nel loro ruolo. Nella identificazione del migliore  si teneva conto delle prestazioni desunte dalle rilevazioni score ma anche di una qualità e di un valore ponderale del gioco che venivano valutate da una Commissione di giornalisti sportivi specializzati. Quel premio, quei premi, inventati da Angelo Zara, si chiamavano Oscar del Baseball. Furono attribuiti per otto anni consecutivi, da sessantadue al settanta, ma furono consegnati per soli sette anni. Nel millenovecentosettanta un litigio puerile tra Comitato Organizzatore e Federazione Baseball sul luogo della Festa di consegna degli Oscar fece saltare tutto per sempre. Pazienza. Pazienza dal settantuno in avanti ma per il settanta c'erano stati dei vincitori e l’Oscar non se lo erano visti consegnare"

"Rex derelictae. Ce ne siamo appropriati noi dell'AIBXC almeno per una sua parte. Quell'anno , il millenovecentosettanta, Oscar miglior esterno fu proclamato Angelo, Angelo Baldi. Ora noi , rimediamo un torto sportivo. Grazie a Renzo Frabetti che ha riprodotto tal quale la statuetta di allora e a mezzo del passaggio nelle mani di Gianni Lercker, Oscar lanciatore sessantanove e di Carlo Morelli, Oscar interno sessantotto, Angelo riceve oggi dopo trentatre anni di ingiusta attesa l' Oscar per il Miglior Esterno Settanta."